EconomiaNotizia

Tesla ha cambiato una scadenza per le proposte degli investitori, facendo arrabbiare gli attivisti

[ad_1]

Gli investitori di Tesla avranno meno opportunità di esprimere malcontento nei confronti del management alla riunione annuale della società, che si terrà martedì ad Austin, in Texas, a causa di quello che alcuni azionisti hanno affermato essere un tentativo deliberato da parte della casa automobilistica di sopprimere il dissenso.

A ottobre, Tesla ha spostato la riunione da agosto a maggio e ha concesso agli azionisti due mesi in meno per presentare proposte. Tesla ha annunciato la nuova scadenza del 22 dicembre per le proposte al termine di un deposito normativo di 60 pagine e la maggior parte degli investitori attivisti ha trascurato il cambiamento.

Tesla e il suo amministratore delegato, Elon Musk, sono stati spesso criticati da investitori attivisti su una serie di questioni, tra cui accuse di discriminazione razziale nella sua fabbrica in California, l’ostilità dell’azienda nei confronti dei sindacati e se il suo consiglio di amministrazione stia facendo un buon lavoro di supervisione della gestione. Il signor Musk e i membri del consiglio di amministrazione di Tesla hanno respinto le lamentele sulla discriminazione e hanno indicato i forti profitti e la crescita delle vendite dell’azienda come prova che sta andando molto bene.

In diversi recenti incontri annuali, gli attivisti hanno presentato proposte per spingere l’azienda a prendere in considerazione la possibilità di apportare modifiche, la maggior parte delle quali non è riuscita a raccogliere un sostegno sufficiente. Quest’anno, solo una proposta degli azionisti è entrata nell’ordine del giorno. Presentata da un investitore islandese, quella proposta chiede a Tesla di elaborare un piano per sostituire il signor Musk se si dimette o non può più svolgere il suo lavoro.

Tesla non ha fatto nulla di sbagliato nell’anticipare la scadenza, secondo una decisione della Securities and Exchange Commission. Ma alcuni azionisti attivisti lo hanno visto come un tentativo deliberato di reprimere i loro sforzi per far sì che l’azienda migliori il trattamento dei dipendenti e per aggiungere membri del consiglio più disposti a resistere al signor Musk.

“È stato davvero subdolo”, ha affermato Kristin Hull, amministratore delegato di Nia Impact Capital, un’azienda di Oakland, in California, che in precedenza aveva contestato una politica di Tesla che richiedeva ai dipendenti di risolvere i reclami di discriminazione davanti a un arbitro piuttosto che in tribunale.

Tejal Patel, direttore esecutivo di SOC Investment Group, che rappresenta gli interessi dei fondi pensione sindacali, ha affermato che la modifica della scadenza è “indicativa di come Tesla tratta i suoi azionisti”.

Tesla non ha risposto a una richiesta di commento.

Alcuni investitori hanno visto segnali che il signor Musk ha risposto ad alcune delle critiche degli azionisti quando ha annunciato la scorsa settimana che avrebbe nominato Linda Yaccarino amministratore delegato di Twitter, la società di social media che il signor Musk ha acquisito lo scorso anno. Assumere la signora Yaccarino potrebbe liberare il signor Musk per dedicare più tempo alla gestione di Tesla. Gli investitori si sono lamentati del fatto che Twitter abbia distratto Mr. Musk da Tesla in un momento in cui la casa automobilistica deve affrontare un calo della domanda e una maggiore concorrenza, che l’hanno portata a tagliare i prezzi.

Nia Impact e SOC erano tra gli otto fondi di investimento e gruppi di attivisti del mese scorso ha invitato gli azionisti di Tesla rifiutare la nomina di JB Straubel al consiglio di amministrazione della società. Hanno affermato che il signor Straubel, che è stato un dirigente senior di Tesla per anni prima di partire per avviare un’azienda di riciclaggio di batterie e materiali nel 2019, “è chiaramente un insider dell’azienda e non una scelta appropriata per un consiglio che ha già una carenza di indipendenza. “

Glass Lewis, una società che fornisce consulenza agli azionisti istituzionali, ha anche esortato i proprietari di azioni Tesla a non votare per Straubel, affermando che la sua elezione “avrebbe solo esacerbato una mancanza di indipendenza del consiglio di amministrazione di Tesla da lungo tempo”.

In passato, alcune proposte di investitori attivisti hanno ottenuto un sostegno significativo e l’anno scorso una è stata approvata nonostante l’opposizione del consiglio di amministrazione di Tesla. Tale misura ha consentito agli azionisti di nominare amministratori, sebbene nessuno lo abbia fatto quest’anno.

Il signor Musk possiede il 13 percento di Tesla, il che significa che le proposte degli azionisti devono raccogliere un sostegno significativo tra gli altri azionisti per essere approvate.

Ma le proposte degli attivisti, la maggior parte delle quali non sono vincolanti e invitano semplicemente il consiglio di amministrazione e il management dell’azienda a considerare di apportare modifiche, avrebbero avuto maggiori possibilità quest’anno dopo che Musk ha venduto parte della sua partecipazione in Tesla per finanziare il suo acquisto di Twitter.

Tesla affronta anche le critiche di Washington. Un gruppo di otto senatori guidati da Richard Blumenthal, un democratico del Connecticut, questo mese ha invitato Tesla a smettere di richiedere ai dipendenti e agli acquirenti di auto di risolvere i reclami davanti agli arbitri.

La pratica, afferma la lettera, “impedisce ai lavoratori e ai consumatori di portare in tribunale denunce di discriminazione e reclami sulla sicurezza dei consumatori, proteggendo efficacemente l’azienda sia dalla responsabilità che dal controllo pubblico”.

Alcuni azionisti attivisti hanno affermato di aver pianificato di provare a introdurre misure durante l’assemblea, che inizia alle 15:00 ora centrale.

[ad_2]
Source link

Related Articles

Back to top button