EconomiaNotizia

Migliaia di passeggeri delle compagnie aeree interessati dall’interruzione del sistema FAA

Avere un volo in ritardo, quindi ricevere poche informazioni o sperare su quando finalmente decollerà, non è un destino insolito per i frequent flyer. Ma il fallimento del sistema FAA che ha causato più di 6.500 ritardi mercoledì ha portato a una dinamica leggermente diversa per i passeggeri frustrati: questa volta non avevano colpa della compagnia aerea.

“Poiché era una cosa a livello di sistema, a livello nazionale, non c’era nessun posto dove dirigere la tua indignazione, quindi tutti sono stati davvero utili”, ha detto Jess McIntosh, un consulente politico il cui volo dell’American Airlines è stato ritardato ad Albany, New York “E nessuno stava urlando al Agenti della TSA.»

Bettina Inclán, che stava viaggiando a Houston da Washington, ha detto che il suo pilota dello United ha tenuto tutti informati e calmi sul suo volo in ritardo.

“L’intera squadra dello United ha fatto davvero bene a stabilire le aspettative, essendo onesto su ciò che sapevano e non sapevano e cosa significava”, ha detto.

Mentre Sara Hole, di Stamford, Connecticut, e il suo fidanzato, Drew Tomlinson, aspettavano al gate dell’aeroporto internazionale di Newark Liberty mercoledì mattina, hanno avuto l’impressione che i membri dello staff dell’American Airlines fossero confusi quanto i passeggeri.

Tramite l’interfono, un rappresentante della compagnia aerea ha detto loro che c’era una “interruzione del sistema” della FAA, ma c’erano pochi altri dettagli.

“Hanno sottolineato che hanno tutte le stesse informazioni che abbiamo noi”, ha detto la signora Hole.

Alcuni dei passeggeri potrebbero essere stati comprensivi, ma i loro piani non sono stati meno rovinati. La signora McIntosh, che è partita per l’aeroporto alle 4:30 per prendere un volo per Raleigh, Carolina del Nord, per un incontro di lavoro, alla fine è tornata a casa quando si è resa conto che ne avrebbe perso la maggior parte. La signora Inclán ha dovuto riorganizzare diversi incontri. La signora Hole ha detto che probabilmente avrebbero perso il volo in coincidenza, interrompendo la loro escursione programmata per il compleanno del signor Tomlinson.

Né i passeggeri erano meno turbati.

“Sono molto arrabbiato”, ha detto Sayron Stokes, che mercoledì stava cercando un angolo tranquillo dell’aeroporto La Guardia per un pisolino. “Dobbiamo fare qualcosa di meglio. Non so cos’altro dobbiamo vedere sul posto, ma è ridicolo. Sto perdendo un giorno e non ho dormito solo per tornare a casa.

Ma a differenza del crollo delle festività natalizie del sud-ovest, quando i passeggeri hanno rivolto la loro ira direttamente alla compagnia aerea e ad alcuni dei suoi lavoratori, la delusione di mercoledì non poteva essere attribuita a una società specifica, o anche ai capricci del maltempo. Non importava la compagnia aerea o la regione del paese, tutti erano all’oscuro.

Ha portato a scene confuse al mattino presto quando l’immagine è stata messa a fuoco. Venus Marcil ha detto che lei e suo zio erano sul loro aereo all’aeroporto internazionale di Orlando, con le cinture allacciate per il loro volo Delta delle 7:25 per New York, quando il pilota ha detto che erano stati autorizzati a decollare.

“Poi hanno fatto marcia indietro”, ha ricordato il pilota dicendo. Erano sbarcati e le fu detto che avrebbe ricevuto un aggiornamento in circa due ore.

Ma non è stata colpa di Delta, ha detto.

“Penso che siano stati trasparenti e tempestivi con la comunicazione”, ha detto la signora Marcil della compagnia aerea.

Jenny Gross, Jordyn Holmann e Nancy Wartic resoconto contribuito.


Source link

Related Articles

Back to top button