EconomiaNotizia

Jeff Bezos visita il Washington Post mentre incombono i licenziamenti

Il Washington Post ha combattuto il calo delle entrate pubblicitarie e lo stallo della crescita degli abbonamenti online. La domanda che aleggiava su di esso negli ultimi mesi: cosa ne pensa Jeff Bezos?

Il fondatore di Amazon, che ha acquistato la testata giornalistica nel 2013, non ha detto pubblicamente nulla sulle recenti lotte di The Post. Ma giovedì ha fatto una rara apparizione in redazione, partecipando alla riunione mattutina per la prima volta in più di un anno.

Ha detto ancora poco. “Sono felice di essere qui e vedere tutte queste facce”, ha detto Bezos, secondo tre persone a conoscenza delle sue osservazioni, prima di chiedere al caporedattore di The Post, Sally Buzbee, del suo recente viaggio al World Economic Forum di Davos. “Grazie per avermi permesso di ascoltare”, ha continuato.

“Fantastico”, ha detto la signora Buzbee. “Facciamo una riunione giornalistica.”

Ma l’incontro – con il signor Bezos seduto accanto alla signora Buzbee a un grande tavolo da conferenza in una sala conferenze con pareti di vetro al sesto piano, con l’editore, Fred Ryan, seduto accanto – ha segnalato che stava prestando attenzione.

“Jeff è qui per incontri di persona con Fred, Sally e lo staff in tutta la redazione”, ha detto una portavoce del Post in una e-mail.

A parte l’apparizione del signor Bezos, l’incontro di notizie è proseguito come avrebbe potuto fare in qualsiasi altro giorno, con gli editori che discutevano di notizie e tendenze dei lettori, secondo le persone a conoscenza dell’incontro. Ad un certo punto, un editore ha menzionato l’intenzione di pubblicare un articolo sull’interruzione di AmazonSmile, un programma di beneficenza di Amazon sostenuto da Bezos. I redattori hanno anche discusso della vendita in sospeso della squadra di football americano The Washington Commanders NFL. La Posta precedentemente segnalato che il signor Bezos era interessato ad acquistare la squadra.

Il Post si espanse rapidamente dopo che il signor Bezos, una delle persone più ricche del mondo, acquistò l’azienda per 250 milioni di dollari, facendo crescere notevolmente la sua redazione e aumentando le aree di copertura. Ma l’attività si è bloccata nell’ultimo anno.

Il mese scorso, il signor Ryan ha detto ai membri del personale in una riunione tesa che ci sarebbero stati licenziamenti. Una portavoce del Post ha dichiarato in una dichiarazione all’epoca che i tagli di posti di lavoro avevano lo scopo di “mettere la nostra attività nella posizione migliore per la crescita futura”. I licenziamenti, che secondo il signor Ryan rappresenterebbero una percentuale a una cifra del personale, dovrebbero avvenire all’inizio di quest’anno.

Durante l’incontro di giovedì, il seguito di Bezos era fuori dalla stanza, con gli auricolari chiaramente visibili. Mentre se ne andava, un impiegato delle poste che indossava una maglietta rossa decorata con le insegne della gilda di The Post lo fermò e gli chiese perché la società stesse licenziando le persone senza prima offrire acquisizioni, secondo le tre persone a conoscenza dell’incontro. Il signor Bezos ha risposto che era al The Post per ascoltare, non per rispondere alle domande, e ha sottolineato il suo impegno per il giornalismo del The Post.

Il Post era sulla buona strada per chiudere il 2022 in rosso dopo anni di redditività, ha riferito il New York Times ad agosto. Il Post ha faticato a far crescere la sua attività di abbonamento, con meno abbonati paganti l’anno scorso rispetto ai tre milioni che aveva nel 2020, anno delle elezioni presidenziali.

Negli ultimi mesi, The Post ha avuto un esodo di talenti, tra cui il chief information officer, il chief communications officer e il chief product officer. Anche molti dei suoi migliori giornalisti sono partiti per lavorare presso pubblicazioni rivali.


Source link

Related Articles

Back to top button