EconomiaNotizia

Il consiglio di amministrazione di Meta chiede la revisione degli standard per le foto di nudo

I creatori di contenuti hanno criticato a lungo Facebook e Instagram per le loro politiche di moderazione dei contenuti relative a foto che mostrano nudi parziali, sostenendo che le loro pratiche sono incoerenti e spesso prevenute nei confronti delle donne e delle persone LGBTQ.

Questa settimana, il consiglio di sorveglianza di Meta, la società madre della piattaforma, ha fortemente raccomandato di chiarire le sue linee guida su tali foto dopo che Instagram ha rimosso due post raffiguranti persone non binarie e transgender a petto nudo.

I posti sono stati rapidamente ripristinati dopo che la coppia ha presentato ricorso e il consiglio di sorveglianza di Meta ha ribaltato la decisione originale di rimuoverli. È stato il primo caso del consiglio che ha coinvolto direttamente utenti non conformi al genere.

“Le restrizioni e le eccezioni alle regole sui capezzoli femminili sono ampie e confuse, in particolare perché si applicano alle persone transgender e non binarie”, l’Oversight Board di Meta ha detto nel suo caso sommario martedì. “La mancanza di chiarezza insita in questa politica crea incertezza per utenti e revisori e la rende impraticabile nella pratica”.

Il problema è sorto quando una coppia transgender e non binaria ha pubblicato foto nel 2021 e nel 2022 del loro petto nudo con i capezzoli coperti. Le didascalie includevano dettagli su una raccolta fondi per un membro della coppia per sottoporsi a un intervento chirurgico superiore, una procedura di affermazione del genere per appiattire il torace di una persona. Instagram ha rimosso le foto dopo che altri utenti le avevano segnalate, affermando la loro rappresentazione del seno violato lo standard comunitario di sollecitazione sessuale del sito. La coppia ha presentato ricorso contro la decisione e le foto sono state successivamente ripristinate.

Il avanti e indietro della coppia con Instagram ha sottolineato le critiche secondo cui le linee guida della piattaforma per i contenuti per adulti non sono chiare. Secondo le sue linee guida della comunitàInstagram esclude le foto di nudo ma fa alcune eccezioni per una serie di tipi di contenuti, inclusi post di sensibilizzazione sulla salute mentale, raffigurazioni dell’allattamento al seno e altre “situazioni relative alla salute” – parametri che il consiglio di amministrazione di Meta ha descritto come “contorto e mal definito” nel suo riepilogo.

Come decidere quali rappresentazioni del petto delle persone dovrebbero essere consentite sulle piattaforme dei social media è stata a lungo una fonte di dibattito. Decine di artisti e attivisti sostengono che esiste un doppio standard in base al quale è più probabile che i posti delle casse delle donne vengano cancellati rispetto a quelli degli uomini. Questo è anche il caso delle persone transgender e non binarie, affermano i sostenitori.

Il consiglio di sorveglianza di Meta, un corpo di 22 accademici, giornalisti e difensori dei diritti umani, è finanziato da Meta ma opera indipendentemente dalla società e prende decisioni vincolanti per essa. Il gruppo ha raccomandato alle piattaforme di chiarire ulteriormente lo standard della comunità per la nudità degli adulti e l’attività sessuale, “in modo che tutte le persone siano trattate in modo coerente con gli standard internazionali sui diritti umani, senza discriminazioni sulla base del sesso o del genere”.

Ha anche chiesto “una valutazione completa dell’impatto sui diritti umani su tale cambiamento, coinvolgendo diverse parti interessate e creando un piano per affrontare eventuali danni identificati”.

Meta ha 60 giorni per rivedere il riepilogo del consiglio di sorveglianza e un portavoce della società ha dichiarato che risponderà pubblicamente a ciascuna delle raccomandazioni del consiglio entro metà marzo.




Source link

Related Articles

Back to top button