EconomiaNotizia

I regolatori mettono più pressione su Binance, il gigante delle criptovalute

Quando FTX è caduto a novembre, il suo principale rivale Binance è diventato il gigante indiscusso del mondo delle criptovalute. Era così forte che poteva offrire di salvare altre società, incluso il broker fallito Voyager Digital, e ha rimproverato Sam Bankman-Fried, il fondatore di FTX, per pratiche commerciali scadenti che hanno scosso la fiducia degli investitori nel settore e fatto crollare i prezzi delle attività.

Ma Binance si è sempre più trovata sotto un attento esame da parte delle autorità di regolamentazione statunitensi. E ora, secondo un nuovo rapporto, potrebbero cercare di esaminare nuove prove che le armi statunitensi e globali dell’exchange fossero più interconnesse di quanto descritto in precedenza. Con i titoli negativi che si accumulano, Binance Coin, il token digitale dell’exchange, è sceso di quasi il 7% nell’ultima settimana.

Le due divisioni di Binance dovevano essere indipendenti l’una dall’altra, consentendo all’azienda – che afferma di non avere un vero quartier generale – di proteggere la sua vasta operazione all’estero dalla supervisione degli Stati Uniti. Ma quello potrebbe non essere stato il casosecondo il Wall Street Journal:

Binance e Binance.US sono stati molto più intrecciati di quanto le società abbiano rivelato, mescolando personale e finanze e condividendo un’entità affiliata che comprava e vendeva criptovalute, secondo le interviste e i messaggi e i documenti esaminati da The Journal. Gli sviluppatori di Binance in Cina hanno mantenuto il codice del software che supporta i portafogli digitali degli utenti di Binance.US, dando potenzialmente a Binance l’accesso ai dati dei clienti statunitensi.

Una portavoce di Binance ha riconosciuto al The Journal che la società “non disponeva di conformità e controlli adeguati durante quei primi anni” e ha operato in modo diverso ora.

Binance ha considerato diversi modi per ridurre al minimo la sua esposizione alla supervisione degli Stati Uniti, oltre a creare l’entità Binance.US solo per i clienti americani. Una presentazione interna ha suggerito che Binance svolga “importanti sforzi di pubbliche relazioni” per mostrare la sua volontà di cooperare con i regolatori statunitensi.

E nel 2019 i dirigenti hanno chiesto a Gary Gensler – allora un ex presidente della CFTC diventato professore del MIT che ha tenuto un corso sulle criptovalute – di consigliare l’azienda, secondo Il Giornale. (I dirigenti di Binance credevano che se un democratico avesse vinto la Casa Bianca nel 2020, il signor Gensler sarebbe stato di nuovo un regolatore.) Gensler ha rifiutato – e da allora è andato a guidare la SEC

Quell’agenzia è ora una delle numerose autorità statunitensi per esaminare attentamente Binance. Oltre a un’inchiesta durata anni sulla relazione tra Binance e Binance.US, anche la SEC sta cercando di farlo impedire a Binance di acquistare Voyager Digital. (Changpeng Zhao, il fondatore di Binance, venerdì ha suggerito brevemente che la società lo fosse pensando di andarsene dall’affare, prima rapidamente affermando il proprio impegno.)

Nel frattempo, la scorsa settimana un gruppo bipartisan di legislatori statunitensi ha chiesto maggiori informazioni a Binance, citando potenziali prove “che l’exchange è un focolaio di attività finanziarie illegali che ha facilitato pagamenti per oltre 10 miliardi di dollari a criminali ed evasori di sanzioni”.

Un portavoce di Binance ha detto a DealBook che la società era “fiduciosa nella forza” delle sue pratiche di conformità interne e che è rimasta impegnata nel dialogo con le autorità di regolamentazione e i legislatori.

I funzionari di Binance si erano preoccupati che tale controllo fosse un rischio che incombeva sull’azienda: un dirigente ha detto ai colleghi in un messaggio del 2019 che una causa intentata da un regolatore statunitense avrebbe portato a “ricadute nucleari”.

Tesla taglia di nuovo i prezzi negli Stati Uniti. Il produttore di veicoli elettrici ha annunciato a Sconto del 4%. per la sua Model S e un taglio del 9% per la sua più costosa Model X. La mossa, apparentemente guidata dal calo della domanda, segue le riduzioni dei prezzi annunciate a gennaio che sembravano rilanciare le vendite.

Il Credit Suisse perde un sostenitore di lunga data. Le azioni della banca svizzera sono scese lunedì dopo la società di investimento Harris Associates ha venduto la sua quota rimanente, ponendo fine a un investimento decennale nel creditore assediato. “C’è una domanda sul futuro del franchise”, ha detto al Financial Times David Herro, chief investment officer di Harris.

Altria conclude ufficialmente la sua partnership con Juul. Il produttore di Marlboro ha scambiato la sua quota nell’ex gigante dello svapo per i diritti sull’IP globale dell’azienda La mossa conclude una scommessa disastrosa di Altria, che ha acquistato un terzo di Juul nel 2018 per $ 12,8 miliardi; ora valuta quella partecipazione a soli $ 250 milioni.

Una spinta bipartisan per vietare TikTok è destinata a prendere slancio. I senatori Mark Warner, democratico della Virginia, e John Thune, repubblicano del South Dakota, prevede di introdurre una nuova legislazione questa settimana ciò darebbe al presidente Biden il potere di mettere fuori legge la tecnologia straniera come TikTok. Intensificherebbe gli sforzi per bloccare l’app video per timore che metta i dati degli utenti nelle mani del governo cinese.

La Cina ha svelato un modesto obiettivo di crescita del 5% domenica alla riunione annuale della sua legislatura compiacente, il Congresso nazionale del popolo. Quell’obiettivo deludente – e la decisione di non lanciare alcuna misura di stimolo economico – ha spinto i mercati in due direzioni: le azioni sono salite (dopo il rally di Wall Street di venerdì) ma le materie prime sono scese (a causa dell’importanza della Cina come grande acquirente di materie prime).

Una spinta post-Covid potrebbe essere un colpo di scena. Al 5 percento, l’obiettivo è la Cina più basso degli ultimi decenni e riflette il sfide serie l’economia deve affrontare nonostante un recente rimbalzo della spesa dei consumatori e dell’attività industriale dopo che Pechino ha posto fine alla sua dura politica zero-Covid. Ma tutte queste buone notizie potrebbero essere di breve durata se le sfide strutturali non vengono affrontate, dicono gli economisti. Questi includono un settore immobiliare indebitato (un motore di crescita di lunga data), un giro di vite sul settore tecnologico che ha raffreddato gli investimenti e l’impatto della punizione delle sanzioni occidentali in settori sensibili, come la produzione di chip.

Xi Jinping, il leader cinese, dovrebbe consolidare la sua autorità presso l’Anp, il più seguito da anni, con la nomina di lealisti per rafforzare le sue politiche. “Se l’economia e le riforme radicali fossero seriamente al centro dell’attenzione, ne sapremmo e ne sentiremmo parlare molto di più”, ha detto a DealBook George Magnus, economista del China Center dell’Università di Oxford. “E la fanfara del cambiamento sarebbe più forte. Al contrario, l’economia sta facendo da secondo violino al controllo e il primato del Partito sulle istituzioni statali”.

Ecco cos’altro è successo:

  • La Cina aumenterà le spese militari del 7,2%, il ritmo più veloce in quattro anni, tra le crescenti tensioni con gli Stati Uniti

  • Le autorità vogliono raddoppiare fiducia in se stessi, svelando una “strategia dell’intera nazione” per produrre più tecnologia a casa. La Cina vuole anche aumentare la produzione di grano e produrre più cibo a livello nazionale per ridurre la sua dipendenza dall’approvvigionamento estero.


Arm, il progettista di chip britannico che SoftBank ha acquistato per 32 miliardi di dollari nel 2016, sta adottando ulteriori misure per tornare ai mercati pubblici. E la sua imminente offerta pubblica iniziale porterà grandi aspettative su ciò che porterebbe al suo proprietario di maggioranza e, forse, alle IPO in senso più ampio.

Secondo quanto riferito, Arm mira a raccogliere circa $ 8 miliardi nella sua offerta, con una valutazione potenziale superiore a $ 50 miliardi, secondo Reuters. Si dice anche che la società abbia nominato Goldman Sachs, JPMorgan Chase e Mizuho come sottoscrittori principali. (Le banche hanno corteggiato con entusiasmo Arm, lanciando valutazioni per il business che vanno da $ 30 miliardi a $ 70 miliardi.)

Le speranze per un debutto di successo di Arm provengono da più parti. SoftBank si sta battendo per un’IPO stellare, poiché l’investitore tecnologico giapponese soffre di perdite di carta nel suo enorme portafoglio di investimenti. (Arm per le fortune di SoftBank è così importante che Masa Son, l’esplicito fondatore dell’azienda giapponese, un passo indietro dalla maggior parte dei doveri di gestione quotidiani per concentrarsi su quell’attività.)

Anche i mercati pubblici sperano che Arm abbia successo. L’attività di IPO negli Stati Uniti è stata quasi congelata da quando i mercati hanno iniziato a girare a vuoto lo scorso anno. Il debutto di Arm, ampiamente anticipato entro la fine dell’anno, potrebbe aiutare a porre fine a quella stasi.


Secondo Moody’s Analytics, colmare il divario retributivo di genere aumenterebbe l’economia globale del 7%, ovvero 7 trilioni di dollari. Al ritmo con cui si muovono i datori di lavoro, ci vorranno 132 anni per raggiungere l’equità salariale.


Lavoro, inflazione e guadagni: ecco cosa guardare questa settimana.

Domani: Jay Powell consegnerà al Senato il rapporto di politica monetaria della Fed, il primo dei due giorni di testimonianza a Capitol Hill. Aspettatevi domande sullo stato dell’economia e sui tassi di interesse.

Mercoledì: È la giornata internazionale della donna. Sul calendario degli utili: Adidas.

Giovedì: La Casa Bianca dovrebbe rilasciare a proposta di bilancio per l’anno fiscale 2024. La Cina pubblicherà i dati sull’inflazione. Oracle riporta i risultati del terzo trimestre fiscale.

Venerdì: È il giorno del lavoro. Economisti intervistato da Bloomberg prevedere in media che il mese scorso siano stati creati altri 215.000 posti di lavoro; un altro dato da tenere d’occhio sono gli aumenti salariali, un indicatore inflazionistico. Apple tiene la sua riunione annuale: di solito una faccenda semplice, questa presenterà i voti degli azionisti sulla retribuzione dei dirigenti e sulle politiche del lavoro. La Bank of Japan conclude la riunione per la fissazione dei tassi; si prevede che lascerà invariato il tasso debitore principale.

Offerte

  • Thomas Lee, il pioniere del private equity morto il mese scorso, apparentemente per una ferita da arma da fuoco autoinflitta, aveva lottato negli ultimi anni per eguagliare il suo precedente accordo ottenendo successi. (WSJ)

  • Secondo quanto riferito, GAM, la società di gestione patrimoniale svizzera in difficoltà correre per vendersi entro i prossimi due mesi. (FT)

  • Secondo quanto riferito, Stable Diffusion, un rivale londinese di OpenAI, sta cercando di raccogliere nuovi capitali a valutazione di circa 4 miliardi di dollari. (Bloomberg)

  • È scoppiata una guerra di offerte sulla rete fissa di Telecom Italia, con contendenti, tra cui KKR, valutando la rete a circa $ 19 miliardi. (Reuters)

Politica

Il meglio del resto

Ci piacerebbe il tuo feedback! Si prega di inviare pensieri e suggerimenti a [email protected].




Source link

Related Articles

Back to top button